MEZZOGIORNO DI MUSICA

Protagonista di oggi, domenica, sarà l’antico organo della chiesa di S. Maria in Organo che, suonerà per il piacere di tutti i presenti dalle 12.00 alle 12.30.
Un dono, questo primo concerto dell’iniziativa “Mezzogiorno di musica” che il Maestro Umberto Forni vuole fare alla sua città, anche per esprimere gratitudine e affetto per la splendida chiesa di Santa Maria in Organo che accoglie e ospita i suoi esercizi all’organo. Un organo senza dubbio tra i più pregiati, non solo in città ma in tutto il Veneto, che ha avuto la fortuna di impreziosirsi nell’arco di 500 anni, grazie ai diversi artigiani che gli hanno aggiunto una loro impronta. Da Nicolò dagli Organi, che lo ha costruito nel 1505, al veronese Giovanni Fedrigotti, probabile autore di una nuova facciata nel 1656; da Gaetano Amigazzi che rifece lo strumento nel 1737 a Giovanni Battista de Lorenzi che nel 1861 rinnovò la meccanica, fino a Bartolomeo Formentelli che, nel 1971, ridiede all’organo un temperamento settecentesco. Per questo motivo l’organo permette di eseguire, con buona proprietà, un repertorio vastissimo di programmi.

E oggi il Maestro Forni ne farà ascoltare di bellissimi, preparati in ordine cronologico dal Cinque-Seicento al primo Ottocento:
Andrea Gabrieli (1533-1585) – Toccata primi toni e Ricercare arioso
Pablo Bruna (1611-1679) – Tiento de 2° Tono Sobre la Letania de la Virgen
Dieterich Buxtehude (1637-1707) – Ciacona in Mi min
Johann Sebastian Bach (1685-1750) – Due preludi al corale “Liebster Jesu, wir sind hier” BWV 730 e 731;
Padre Davide da Bergamo (1791-1842) – All’Elevazione.

L’ingresso è libero.

Condividi con i tuoi amici